CALICO, Caring and Living in Community – Il progetto di social cohousing di Bruxelles

Presentazione

CALICO, “CAre and LIving in COmmunity” (“Cura e Vita in Comunità”), è un progetto di cohousing di 34 appartamenti, che fornisce un mix generazionale e sociale in interazione con il suo quartiere. Le sue priorità sono la prospettiva di genere, l’integrazione della nascita e della fine della vita nel cuore della comunità, la cura e l’accesso all’alloggio nel quadro di un Community Land Trust, cioè una entità legale che gestisce il terreno come un bene comune. Il progetto CALICO ha ricevuto un cofinanziamento dal Fondo europeo FESR nell’ambito del bando per progetti “Urban Innovative Actions”. Iniziato nel novembre 2018, si concluderà nell’ottobre 2021 con i suoi abitanti che dovrebbero trasferirsi nell’estate 2021.

In sintesi

  • Progetto antispeculativo. CALICO è un Community Land Trust. La proprietà della terra sottostante gli edifici è di una fondazione di utilità pubblica e ciò permetterà di assicurare l’accessibilità a lungo termine delle case.
  • Progetto di facilitazione dei cicli della vita. CALICO integrerà una struttura per facilitare la nascita e la fine della vita, per coloro che desiderano partorire o lasciare la vita in un ambiente familiare, orientato alla comunità e circondato dai loro cari.
  • Progetto intergenerazionale. CALICO assicurerà un mix generazionale all’interno di ogni gruppo di alloggi.
  • Progetto di cura. CALICO metterà in atto un sistema di cura mutualizzato che unisce volontari e professionisti.
  • Progetto in relazione con il quartiere. CALICO sarà aperto e integrato nel suo quartiere, avrà un giardino comune e uno spazio condiviso.
  • Progetto partecipativo. CALICO ha un processo di gestione portato avanti dai suoi abitanti e costruito con loro.

In dettaglio

Alloggi gestiti dal Community Land Trust

I CLT (Community Land Trust) sono organizzazioni che acquistano terreni per gestirli come un bene comune, insieme e nell’interesse della comunità. Il sistema è nato negli anni settanta negli Stati Uniti. I CLT possono assumere molte forme, ma alcuni principi di base rimangono invariati: la proprietà della terra è separata dalla proprietà degli edifici, permettendo alle famiglie a basso reddito di acquistare alloggi a un prezzo inferiore a quello di mercato e permettendo che il prezzo dell’alloggio rimanga accProgetto di faciessibile per le generazioni successive, grazie a tassi di rivendita fissi legati al terreno che rimane di proprietà del CLT.

Il CLT di Bruxelles (CLTB) esiste dal 2012. È il primo CLT dell’Europa continentale e co-coordinatore di CALICO con la Regione di Bruxelles Capitale, è riconosciuto a livello internazionale come un pioniere nel suo campo e finanziato due volte dall’Unione europea per progetti innovativi. Utilizzando l’alloggio come mezzo di integrazione delle popolaProgetto di facizioni in difficoltà, coinvolge i suoi candidati proprietari in ogni fase della realizzazione di alloggi, al fine di alimentare l’empowerment e la coesione sociale delle popolazioni locali.

Una struttura di facilitazione della nascita e della fine vita all’interno di un complesso di alloggi a gestione comunitaria

Il concetto di “mourance“, sviluppato dalla psicologa e psicoterapeuta Lydia Müller, cerca di integrare la morte e il dolore nel processo della vita, come parte di un ciclo e non come fine. L’integrazione all’interno di CALICO di una struttura di facilitazione della nascita e della fine vita fornirà spazi adeguati per le persone che desiderano partorire o lasciare la vita in un ambiente empatico e familiare. Integrato all’interno del polo abitativo, sarà coordinato dal partner Pass-ages. Lo scopo di questa associazione è di creare uno spazio di vita benevolo a Bruxelles, aperto al suo ambiente, progettato per accogliere chiunque desideri vivere questi “passaggi di vita” in modo naturale, in armonia e in connessione con gli altri, accompagnato da professionisti e volontari.

Alloggi incentrati sulle questioni di genere

In termini di precarietà, il genere è un fattore aggravante, e questo ha un impatto meccanico sull’accesso delle donne all’alloggio. In Belgio, il divario salariale di genere è del 21%, mentre il divario pensionistico è del 26%. Inoltre, l’80% dei genitori che allevano figli unici sono donne. Inoltre, ci sono vari fattori di discriminazione di genere legati all’accessibilità degli alloggi, che spiegano in parte il fatto che il numero di donne senza casa è quasi triplicato tra il 2002 e il 2011 (Lelubre, 2012). Angela D è l’associazione partner di CALICO responsabile di mettere le questioni di genere al centro del nostro progetto abitativo attraverso attività di sensibilizzazione e formazione sulle questioni di uguaglianza di genere.

Integrazione della cura

L’associazione EVA BXL, insieme all’Università VUB ed ai partner abitativi, si occuperà di integrare la cura negli alloggi attraverso una serie di interazioni tra volontari e professionisti medici. La parola inglese “care” usata in francese caratterizza una relazione di aiuto, all’interno di una famiglia o in un ambiente professionale; si riferisce sia all’attività di cura di una persona che dipende da essa, sia a come questa cura viene ricevuta, la sua unicità risiede in una forte combL’invecchiamento della popolazione è un fenomeno che colpisce il Belgio tanto quanto i suoi vicini. Il rischio di isolamento delle persone anziane aumenta man mano che la società diventa più individualizzata, e i loro magri redditi raramente danno loro la possibilità di vivere in alloggi accessibili e adeguati. Assicurando che tutte le generazioni siano rappresentate all’interno del suo progetto abitativo, CALICO permetterà agli anziani non solo l’accesso ad alloggi a prezzi accessibili ma, se lo desiderano, avranno anche la possibilità di essere sempre in compagnia di altre persone e di partecipare attivamente alla vita del complesso di alloggi. I residenti più giovani potranno godere della presenza e della trasmissione di esperienze di vita dei residenti più anziani.inazione di competenze tecniche ed emotive. È un modo di prendersi cura dell’altro prendendo in considerazione la persona come un essere integrale. La cura sarà integrata in modo partecipativo e completo all’interno del complesso di alloggi.

Alloggi intergenerazionali

L’invecchiamento della popolazione è un fenomeno che colpisce il Belgio tanto quanto i suoi vicini. Il rischio di isolamento delle persone anziane aumenta man mano che la società diventa più individualizzata, e i loro magri redditi raramente danno loro la possibilità di vivere in alloggi accessibili e adeguati. Assicurando che tutte le generazioni siano rappresentate all’interno del suo progetto abitativo, CALICO permetterà agli anziani non solo l’accesso ad alloggi a prezzi accessibili ma, se lo desiderano, avranno anche la possibilità di essere sempre in compagnia di altre persone e di partecipare attivamente alla vita del complesso di alloggi. I residenti più giovani potranno godere della presenza e della trasmissione di esperienze di vita dei residenti più anziani.

Integrazione con il quartiere

Con uno spazio aperto alle iniziative locali e ai progetti concepiti in collaborazione con il suo quartiere, CALICO sarà un attore a pieno a pieno titolo nel tessuto urbano locale. L’Università VUB è responsabile dell’analisi del successo del progetto e della sua diffusione. Perspective.Brussels, centro di studi e competenza, iniziatore della strategia di sviluppo territoriale della Regione di Bruxelles-Capitale, fornirà la sua esperienza nel tessuto urbano locale attraverso il suo Referente per la Casa.

Un modello cooperativo innovativo

Venti degli appartamenti di CALICO saranno acquistati e la loro messa in opera sarà finanziata da due cooperative gestite dal partenariato, e poi affittati agli inquilini. Gli appartamenti per Pass-ages saranno acquistati da una cooperativa costruita e gestita dai suoi abitanti. Gli appartamenti per Angela.D saranno di proprietà della cooperativa di investimento immobiliare Fair Ground, un’iniziativa di diverse associazioni di Bruxelles. La maggior parte degli appartamenti saranno affittati a canone sociale grazie all’agenzia di edilizia sociale Logements Pour Tous. Il terreno rimarrà di proprietà della Fondazione CLTB, al fine di mantenere le clausole anti-speculazione sulle unità abitative. Questo modello rafforzerà la governance partecipativa negli alloggi in affitto e rafforzerà sia l’uso degli alloggi sociali in affitto che il finanziamento privato, all’interno dell’edilizia sociale a prezzi sempre accessibili.

Una risposta alle sfide di Bruxelles

Con i suoi 1,2 milioni di abitanti, Bruxelles è una metropoli orientata al mondo, grazie al suo status di capitale d’Europa, alla sua diversità culturale e alla sua posizione centrale al centro dell’Europa nord-occidentale.

Come accade in molte altre grandi città europee, a Bruxelles c’è difficoltà nell’accesso agli alloggi. Queste difficoltà colpiscoCentro di competenza e iniziatore della strategia di sviluppo territoriale di Bruxelles, perspective.brussels porta la sua esperienza a CALICO attraverso il suo referente per l’alloggio.no soprattutto le classi sociali vulnerabili come le donne, gli anziani, le famiglie a basso reddito ed i migranti. Spesso, devono spendere più del 60% del loro reddito per l’alloggio.

Una specificità di Bruxelles è di avere una popolazione giovane con una delle più alte crescite demografiche in Europa degli ultimi venti anni. Tuttavia, Bruxelles è anche interessata dai problemi legati all’invecchiamento della popolazione come nel resto d’Europa. Emergono nuovi bisogni specifici, in particolare in termini di assistenza. Sono necessari approcci innovativi per rafforzare l’autonomia delle persone nei loro spazi di vita e sviluppare la solidarietà intergenerazionale.

È per rispondere in modo integrato a queste sfide che i poteri pubblici, le associazioni e le università di Bruxelles si sono unite per partecipare al progetto CALICO (Care and Living in Community).

Il Partenariato

Partners principali

  • Unione Europea, Fondo Europeo per lo sviluppo regionale.
  • Unione Europea, Urban Innovative Actions.
  • CLTB. Il Community Land Trust di Bruxelles, attivo nella realizzazione di alloggi antispeculativi e accessibili per famiglie a basso reddito dal 2012, gestisce uno dei cluster di alloggi e l’operazione immobiliare.
  • Bruxelles Logements. L’Agenzia per la casa della Regione di Bruxelles-Capitale è la principale autorità urbana e co-coordinatrice del progetto CALICO.
  • Pass-ages. L’associazione gestisce la struttura per la nascita e la fine della vita integrata in uno dei cluster di alloggi.
  • Angela.D. L’associazione gestisce uno dei tre cluster di alloggi e lavora per un’appropriazione comune della prospettiva di genere con tutti i partner del progetto.
  • Eva Bxl. L’associazione lavora nel campo del mutualismo a Bruxelles e organizza l’integrazione delle pratiche di mutua assistenza all’interno di CALICO.
  • VUB. La Vrije Universiteit Brussel (VUB) è l’università incaricata della valutazione e della replicabilità del progetto, così come dello studio del suo impatto sul quartiere.
  • Perspective.Brussels. Il centro di competenza ed iniziatore della strategia di sviluppo territoriale di Bruxelles, porta la sua esperienza a CALICO attraverso il suo Referente per la Casa.

Partner associati, non inclusi nel finanziamento europeo del progetto

  • Comune di Forest. Il Comune lavora con CALICO per facilitare la sua integrazione nel quartiere.
  • CPAS. Il Centro di assistenza sociale (CPAS) del Comune di Forest gestirà le unità Housing First.
  • Logement Pour Tous. L’agenzia di edilizia sociale gestirà le unità abitative in affitto sociale di CALICO.
  • Diogènes. L’associazione collaborerà con le unità Housing First insieme al CPAS del Comune di Forest.
  • Fair Ground. La cooperativa sociale immobiliare comprerà tutti gli appartamenti gestiti da Logement Pour Tous destinati ai candidati all’alloggio di Angela.D.

Illustrazioni, situazione e rappresentazione

Illustrazione degli edifici finiti da parte dei promotori immobiliari

Il quartiere di CALICO: Rue du Delta, 1190 – Forest

Rappresentazione semplificata delle unità abitative CALICO viste dalla facciata dell’edificio

Un progetto partecipativo

CALICO è un progetto inclusivo e partecipativo: tutti gli abitanti fanno parte del processo decisionale grazie a diversi comitati di abitanti. Tra questi comitati, che riuniscono gli abitanti per pianificare il loro futuro all’interno di CALICO, ci sono: Il comitato di governance, dedicato all’incontro e al coordinamento dei tre cluster abitativi, dove tutti gli abitanti decidono le proprie strutture di governance e le procedure decisionali. Ed il comitato di cura, incaricato di mettere in atto l’assistenza reciproca in CALICO. Comitati pianificati sono il comitato delle feste, che organizzerà eventi da e per gli abitanti, anche nei loro spazi comuni, ed il comitato del giardino, incaricato della gestione del giardino comune condiviso. Un importante luogo d’incontro e di decisione nella fase di realizzazione del progetto, il giorno delle 34 famiglie è il momento in cui tutte le famiglie si riuniscono, si conoscono, immaginano e sognano come vorrebbero che fosse il loro futuro habitat.

Premi e riconoscimenti

Premi: Selezionato nell’ambito del terzo bando per progetti di Azioni Innovative Urbane : https://www.uia-initiative.eu/en/uia-cities/brussels-capital-region Finalista del ” Wellbeing Cities Awards ” 2020 : https://newcities.org/2020-wellbeing-cities-award-brussels-belgium

Media: La Libre Belgique, “L’Europe alloue 5 millions d’euros à un habitat groupé solidaire”, 18 ottobre 2018. Bruzz, “VUB monitort Community Land Trust-project met 33 woningen”, 26 marzo 2019. Metro, “VUB-wetenschappers monitoren drie jaar lang Brussels woonproject”, 26 marzo 2019. La Libre Belgique, “L’habitat intergénérationnel était au coeur de l’actualité”, 28 marzo 2019. Plus Magazine, “VUB-wetenschappers monitoren drie jaar lang Brussels woonproject”, 26 marzo 2019. Fondazione Re Baldovino, ‘Alloggio accessibile e sociale
lien social”, 24 settembre 2020. Les échos du logement, “Calico. Cura, genere e incontro intergenerazionale nel cuore di un habitat condiviso”, 29 settembre 2020. Volume 3 della collezione Architectures Wallonie-Bruxelles, Cellule architecture de la Fédération Wallonie-Bruxelles, primavera 2020. La Libre Immo, “Un concept nouveau d’habitat groupé intergénérationnel va voir le jour à Forest”, 1 marzo 2021. La Libre Immo, ” Fair Ground, la coopérative immobilière qui ambitionne de repenser nos quartiers “, 8 aprile 2021.

Conferenze: Midi du logement, 27 marzo e 23 aprile 2019, Bruxelles: “Presentazione del progetto innovativo di coabitazione CALICO”. Forum delle città, 3 febbraio 2020, Porto, “Pratiche abitative guidate dalla comunità”. Cities engaging in the right to housing, 24 aprile 2020, online, “Community-led practices: cooperative, co-housing and CLT practices”. Fit for future housing conference, 9 settembre 2020, “The Just City session”.

Per maggiori informazioni: https://calico.bruxelles – info@calico.brussels


Fonte: https://calico.brussels/media-library/presentation-file-for-calico

Autore: Calico Bruxelles, Agosto 2021

Traduzione di Marco Giustini

Diventa un cohouser!

Iscriviti al nostro sito e conosci altre persone interessate a realizzare forme di abitare collaborativo, quali il cohousing ed il coliving,
in Italia ed all'estero.

Cohousing Italia

Il social network dell'abitare collaborativo in Italia. Mettiamo in contatto tra loro le persone interessate a realizzare cohousing e coliving in Italia ed all'estero.